Prezzi delle case: le zone in Italia più costose (gennaio 2020)

Al primo posto tra le città con i prezzi degli immobili più alti si riconferma Milano: qui non solo i prezzi medi nel centro città (quartiere Brera-Napoleone) superano gli 11.000 euro al metro quadro, ma hanno anche registrato un aumento annuale di oltre il 25%. Anche nel resto della città il trend è al rialzo, con aumento medio del 7.6%.

Roma si colloca al secondo posto tra le città Italiane più costose. La variazione dei prezzi è più contenuta rispetto a Milano, “limitandosi” a un +3% nei quartieri più costosi – l’area Popolo-Navona-Quirinale, in cui il prezzo medio corrente è di circa 8.000 euro al metro quadro – mentre nel complesso, considerando anche le zone meno richieste, si nota una calo di circa tre punti percentuali rispetto all’anno precedente.

La terza posizione va Venezia, che con una risalita del 6.5% porta i prezzi del centro a 6.300 euro/mq.

Seguono Napoli e Firenze, leggermente sopra ai 5.000€/mq, con quest’ultima che registrando una variazione annua del +15% nei quartieri di lusso si pone al secondo posto dopo Milano rispetto a questo parametro.

Completano la top ten, nell’ordine: Bologna (quartiere Galvani, 4.200e/mq, +4.3%), Torino (Centro Storico, 3500€/mq, +6.2%), Genova (zona Quinto-Nervi, 3.200€/mq, -4,7%), Bari (San Girolamo, 2.100€/mq, +1%) e Palermo (quartiere Libertà, 1.900€/mq, -2.6%).

Ciò che i numeri indicano è dunque una generale ascesa dei prezzi per le città più costose e per i quartieri di lusso o storici, con le sole eccezioni – nel periodo considerato – dei capoluoghi ligure e siciliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Cookie Policy